Termografia dei Quadri Elettrici

//Termografia dei Quadri Elettrici
  • termografia quadri elettrici

Termografia dei Quadri Elettrici

Prevenzione del rischio elettrico – riduzione del tasso di tariffa inail

Uno dei sistemi più utili per la prevenzione dei rischi derivanti dagli impianti elettrici è dato dall’indagine termografica dei quadri e dei componenti.

Accanto ai benefici di carattere prevenzionistico, l’impiego della termografia comporta anche numerosi vantaggi in termini di produttività ed efficienza aziendale, nonché la possibilità per le aziende di ottenere una riduzione del tasso di tariffa INAIL tramite presentazione del modello OT23.

Vediamo nel dettaglio in che cosa consiste la termografia e quali sono i benefici che comporta.

 

Cos’è un’indagine termografica?

L’indagine termografica consiste in un’analisi della temperatura di un corpo tramite la misurazione dell’intensità di calore emessa. Tale misurazione viene fatta con una speciale “termocamera” che permette di trasformare l’irraggiamento termico del corpo in immagine bidimensionale, in cui la scala di colori corrisponde alla scala di temperatura dell’oggetto inquadrato.

indagine termografica

indagine termografica

 

Qual è l’impiego della termografia nella prevenzione del rischio elettrico?

Tra i vari modi di impiego della termografia, il più utilizzato nel campo della prevenzione dei rischi aziendali è quello dell’indagine sui componenti elettrici.

Questi componenti, anche se costruiti e assemblati a regola d’arte, possono nel tempo presentare fenomeni di degradazione e malfunzionamenti non visibili ad occhio nudo, ma individuabili da un aumento localizzato della temperatura o da una diversa temperatura di due componenti caratterizzati in condizioni normali da relativa isotermia.

Proprio per la necessità di rilevare eventuali surriscaldamenti del sistema, l’indagine termografica viene effettuata con impianto elettrico “a regime”, per cui non comporta la necessità di fermare gli impianti e la produzione.

termografia quadri elettrici

termografia quadri elettrici

L’indagine viene eseguita su tutti i componenti dell’impianto elettrico:

  • bassa tensione: quadri e armadi elettrici, interruttori, relè, conduttori, canalizzazioni, morsettiere, teleruttori, morsetti, motori elettrici;
  • alta tensione: giunti, punti caldi su raccordi, manicotti, isolatori, derivazioni a T, bobine di sbarramento O.C., scaricatori, interruttori, autotrasformatori, sezionatori, trasformatori MT/BT, trasformatori di corrente, quadri elettrici, linee aeree, cabine elettriche, motori elettrici.

 

Quali sono i vantaggi della termografia?

Come già accennato effettuare un’indagine termografica può comportare diversi vantaggi per le aziende, quali:

  • MAGGIORE SICUREZZA: è noto che il 20% degli incendi nelle aziende può essere ricondotto a cause di natura elettrica. Effettuare un’indagine termografica preventiva consente di intervenire su eventuali surriscaldamenti prima che questi possano degenerare in autoaccensioni da cortocircuito.
  • AUMENTO DELL’EFFICIENZA E DELLA PRODUTTIVITÀ: l’intervento preventivo su difetti e malfunzionamenti dell’impianto rilevati a seguito di termografia consente di ridurre (se non di eliminare) guasti imprevisti all’impianto elettrico che potrebbero comportare il blocco dell’attività aziendale.
  • MINORI COSTI DI MANUTENZIONE: la precisa e preventiva individuazione delle problematiche consente di programmare le manutenzioni, minimizzando il tempo necessario e i costi di intervento.
  • MINORI COSTI ASSICURATIVI: alcune assicurazioni praticano sconti sui premi assicurativi in caso di assicurazione contro il rischio incendio, riconoscendo di fatto l’efficacia di tale tecnica di indagine per la riduzione del rischio specifico.

 

Come ottenere la riduzione del premio INAIL con l’impiego della termografia?

Anche l’INAIL “premia” l’utilizzo della termografia come indagine per la prevenzione del rischio elettrico, inserendola tra gli interventi previsti nel modello OT23 per la riduzione del tasso medio di tariffa.

termografia riduzione INAIL

La sola indagine termografica comporta l’ottenimento di 60 punti sui 100 necessari per poter accedere alle riduzioni INAIL.

I requisiti per ottenere questi punti sono:

  • effettuare un’analisi termografica ad una o più parti dell’impianto elettrico (quadri elettrici, quadri di comando, trasformatori, ecc.);
  • effettuare un report dell’analisi, corredato da foto nel campo del visibile e dell’infrarosso.

L’analisi termografica e il successivo report devono essere eseguiti da persona certificata almeno di Livello 2 secondo la norma UNI EN ISO 9712.

I documenti da presentare all’INAIL a dimostrazione di quanto svolto saranno:

  • report dell’analisi termografica, corredato da foto nel campo visibile e infrarosso, datato e firmato da persona certificata almeno di Livello 2 secondo la norma UNI EN ISO 9712;
  • certificazione del tecnico.

 

INNOVA CONSULENZE è in grado di offrire tale servizio con Rivelamento Termografico mirato con l’uso di termocamera FLIR i60.

 

Per ulteriori informazioni, non esitare a contattarci!

 

By | 2020-07-20T12:43:22+00:00 20 luglio, 2020|Categories: News|Tags: , , |0 Commenti

About the Author:

INNOVA, azienda certificata ISO 9001, è un polo di eccellenza per la Consulenza, la Formazione e le forniture in materia di Sicurezza sul lavoro.

Scrivi un commento