Proroga scadenze autorizzative – Decreto “Cura Italia”

//Proroga scadenze autorizzative – Decreto “Cura Italia”

Proroga scadenze autorizzative – Decreto “Cura Italia”

Con la precedente news del 20/03/2020 vi abbiamo riportato che le scadenze ambientali relative alla presentazione del MUD, il versamento del diritto di iscrizione all’Albo gestori ambientali e le comunicazioni RAEE e pile, slittano di due mesi dal 30 aprile al 30 giugno 2020, ora alla luce di alcune circolari di chiarimenti e nuova lettura del Decreto Legge 17 marzo 2020 , n. 18 recante “Misure di potenziamento del Servizio sanitario nazionale e di sostegno economico per famiglie, lavoratori e imprese connesse all’emergenza epidemiologica da COVID-19” si riporta un riepilogo complessivo delle scadenze prorogate in tema autorizzativo in vari ambiti operativi.

In particolare i certificati, attestati, permessi, concessioni, autorizzazioni e atti abilitativi in scadenza tra il 31 gennaio ed 15 aprile 2020, sono validi fino al 15 giugno 2020.

Per quanto attiene alla prevenzione incendi riguarda:

  • attestazioni di rinnovo periodico della conformità antincendio di
    cui all’art 5 del D.P.R. 151/2011 (“rinnovo del CPI”);
  • omologazioni dei prodotti antincendio;
  • termini fissati dall’art. 7 del D.M. 5 agosto 2011 e s.m.i. ai fini del mantenimento dell’iscrizione dei professionisti antincendio negli elenchi di cui all’art. 16 del D.lgs. 139/2006 e s.m.i.;

Per quanto attiene alle autorizzazioni ambientali riguarda ad esempio:

  • autorizzazioni alle emissioni in atmosfera;
  • autorizzazioni di scarici idrici;
  • autorizzazione unica ambientale (AUA);

La norma stabilisce inoltre di non considerare il periodo tra il 23 febbraio 2020 e il 15 aprile 2020 al fine del calcolo dei termini ordinatori o perentori, propedeutici, endoprocedimentali, finali ed esecutivi relativi allo svolgimento di procedimenti amministrativi su istanze pendenti alla data del 23 febbraio o iniziati dopo tale data.

Sono inoltre stati prorogati i termini per la formazione del silenzio-asenso o del silenzio-rifiuto da parte della pubblica amministrazione.

In tali fattispecie, ricadono, in particolare, i procedimenti ed i controlli di cui del D.P.R. 151/2011 e quelli relativi al D.Lgs. 105/2015. Ad esempio:

  • termini per l’emissione dei pareri su valutazione dei progetti di cui all’art 3 del D.P.R. 151/2011;
  • termini per i controlli di prevenzione incendi all’art 4 del D.P.R. 151/2011;

 

 

 

By | 2020-04-08T10:50:24+00:00 27 marzo, 2020|Categories: News|Tags: |0 Commenti

About the Author:

INNOVA, azienda certificata ISO 9001, è un polo di eccellenza per la Consulenza, la Formazione e le forniture in materia di Sicurezza sul lavoro.

Scrivi un commento