Proroga scadenze ambientali – Decreto “Cura Italia”

//Proroga scadenze ambientali – Decreto “Cura Italia”
  • proroga scadenze ambientali

Proroga scadenze ambientali – Decreto “Cura Italia”

Con l’entrata in vigore dal 17 marzo 2020 del Dl 18/2020 riguardo l’emergenza “Coronovirus” sono state prorogate le scadenze per la presentazione del MUD, il versamento del diritto di iscrizione all’Albo gestori ambientali e le comunicazioni RAEE e pile.

In particolare, in base a quanto stabilito dall’articolo 113 (“Rinvio di scadenze e adempimenti relativi a comunicazioni sui rifiuti”) del decreto-legge 17 marzo 2020, n.18 (“Misure di potenziamento del servizio del servizio sanitario nazionale e di sostegno economico per famiglie, lavoratori e imprese connesse all’emergenza epidemologica da COVID-19”) slittano di due mesi, dal 30 aprile al 30 giugno 2020, i termini stabiliti i per la presentazione del Modello Unico Ambientale (MUD) e per il versamehnto del diritto annuale d’iscrizione all’Albo nazioneale gestori ambientali.

Lo stesso articolo proroga al 30 giugno 2020 anche le scadenze in materia di rifiuti di apparecchiature elettriche ed elettroniche (comunicazione aanuale delle quantità di RAEE da parte dei titolari degli impianti di trattamento) e dei rifiuti di pile e batterie (comunicazione annaule da parte dei produttori dei dati relativi all’immesso sul mercato e trasmissione annuale, ad opera del Centro di coordinaemtno, dei dati su raccolta e riciclaggio dei rifiuti).

By | 2020-04-08T10:51:04+00:00 20 marzo, 2020|Categories: News|Tags: |0 Commenti

About the Author:

INNOVA, azienda certificata ISO 9001, è un polo di eccellenza per la Consulenza, la Formazione e le forniture in materia di Sicurezza sul lavoro.

Scrivi un commento