Impianto antincendio a saturazione: due morti per inalazione di argon

//Impianto antincendio a saturazione: due morti per inalazione di argon

Impianto antincendio a saturazione: due morti per inalazione di argon

Arezzo, 20 settembre 2018

Due persone sono morte a causa di una fuga di gas che si è sviluppata in un locale dell’Archivio di Stato di Arezzo.  I due impiegati, a seguito dell’attivazione dell’allarme antincendio, si sono recati nel locale adibito ad archivio documenti per effettuare un controllo, ma una volta giunti sul posto la stanza era già satura di gas Argon, un gas inerte inodore che può causare asfissia, e hanno perso i sensi; un terzo collega, che li aveva seguiti, è riuscito a dare l’allarme consentendo l’intervento dei soccorsi, ma per i due colleghi non c’è stato nulla da fare.

L’Argon è un gas inerte impiegato per estinguere gli incendi in archivi e/o sale CED; la sua funzione è quella di sostituirsi all’ossigeno presente nell’ambiente, in modo da interrompere la combustione. Vista la pericolosità dell’Argon in caso di fuoriuscita dall’impianto, è necessario chiamare subito i Vigili del Fuoco in caso di allarme, senza aprire la porta di accesso al locale; non è chiaro dunque perché i due dipendenti abbiano deciso di entrare nell’archivio invece di avvisare i Vigili del Fuoco.

Fonte: articoli ANSA e Antincendio-italia.it

By | 2019-06-04T14:20:19+00:00 23 novembre, 2018|Cronaca|0 Commenti

About the Author:

INNOVA, azienda certificata ISO 9001, è un polo di eccellenza per la Consulenza, la Formazione e le forniture in materia di Sicurezza sul lavoro.

Scrivi un commento