Questo sito utilizza cookie per funzioni proprie o di terze parti.

Se continui nella navigazione o clicchi su un elemento della pagina accetti il loro utilizzo. Per saperne di piu'

Approvo
Contatto Veloce
I campi contrassegnati con * sono obbligatori

 

 

Archivio

News & Eventi

Nuovo accordo Stato Regioni accertamento condizioni di alcol dipendenza e tossicodipendenza

E' stato approvato e a breve sarà pubblicato in Gazzetta Ufficiale il nuovo testo dell'Intesa, ai sensi dell’articolo 8, comma 6 della legge 5 giugno 2003, n. 131, tra il Governo, le Regioni e le Province autonome di Trento e di Bolzano sul documento “Indirizzi per la prevenzione di infortuni gravi e mortali correlati all’ assunzione di alcolici e di sostanze stupefacenti, l’accertamento di condizioni di alcol dipendenza e di tossicodipendenza e il coordinamento nazionale delle attività di vigilanza in materia di salute e di sicurezza sul lavoro ex articolo 5 del decreto legislativo 9 aprile 2008, n. 81″.

Tale accordo abroga gli accordi del 16/3/2006 e 30/10/2007 riguardanti rispettivamente i controlli alcolimetrici ed i controlli sulla tossicodipendenza.

 

Le principali novità sono:

 - i due vecchi allegati sono stati abrogati e sostituiti da un nuovo elenco unificato che individua le attività ad elevato pericolo di infortunio, comportante gravi conseguenze per l'incolumità e la salute del lavoratore, degli altri lavoratori e dei terzi nello svolgimento delle mansioni specifiche per le quali sia prevista la sorveglianza sanitaria per l’accertamento della tossicodipendenza e dell'alcol dipendenza. In particolare alcune attività per le quali prima era previsto solamente il test alcolimetrico ora dovranno effettuare anche l’accertamento relativo alla tossicodipendenza (es. attività nel settore dell'edilizia o delle costruzioni in quota ad altezza superiore ai 2 metri);

 - la periodicità dei controlli viene stabilita dal medico competente fermo restando una periodicità almeno triennale;

 - se dalla valutazione dei rischi effettuata dal datore di lavoro emergono particolari rischi derivanti dall'abuso di alcol e/o dall'assunzione di sostanze stupefacenti, il datore di lavoro deve richiedere l'effettuazione di controlli dell'idoneità al lavoro da parte della commissione costituita presso l'ASL;

 - possibilità per il datore di lavoro di richiedere test rapidi a sorpresa nel caso il lavoratore si presenti in evidenti condizioni alterate da alcol o droga;

 - sospensione del lavoratore dal turno lavorativo in caso di mancata presentazione o rifiuto ad eseguire i test;

 - gli organi di controllo programmeranno test con etilometro omologato in occasione dei sopralluoghi nei settori a maggior rischio.

 

 

Clicca qui per scaricare il testo dell'Accordo del 07 luglio 2017

 

Clicca qui per scaricare l'allegato A riportante l'elenco delle attività soggette a controlli